Composizioni da scoprire: Finlandia (Sibelius) e Una notte sul Monte Calvo (Mussorgskij)/ Compositions to be discovered: Finlandia (Sibelius) and A Night on Bald Mountain (Mussorgsky)

sibeliusCapisco. Penserete che il violista che è in me abbia preso il sopravvento, perchè cosa c’è di raro o sconosciuto in due composizioni così unanimemente note come Finlandia di Sibelius e Una notte sul Monte Calvo di Mussorgskij! La risposta è semplice: il coro! Forse non tutti, ma sono sicuro che una buona parte dei lettori si staranno già chiedendo ma dove l’hai mai sentito il coro in Finlandia o nel piccolo horror musicale mussorgskiano?
Finlandia viene composta nel 1899 per la Celebrazione della Stampa organizzata per protestare contro il regime censorio dell’impero russo. Nel corso degli anni successivi la composizione riscuote sempre maggiori consensi da parte del pubblico tanto che le autorità russe cominciano a vietarne l’esecuzione. Per aggirare il veto il brano vede il proprio titolo cambiato frequentemente (tra i più utilizzati Sentimenti di gioia al risvegliarsi della primavera finlandese). Il celebre tema Inno di Finlandia che compare a 2/ 3 della composizione viene vestito di testo per ben due volte da Sibelius: una prima volta nel 1927 per essere utilizzato nella Musica Rituale Massonica op.113, mentre nel 1941 con testo poetico di Veikko Antero Koskenniemi dà vita alla suggestiva versione per coro maschile e orchestra che qui di seguito potete ascoltare.
I understand. You would think that the violist in me took over my knowledge, because there is nothing rare or unknown in two compositions so universally known as Sibelius’s Finlandia and A Night on Bald Mountain by Mussorgsky! The answer is simple: the chorus! Maybe not everyone, but I’m sure a good portion of the readers will already be asking: but where did you ever hear the choir in Finland or in the small Mussorgsky’s musical horror?
Finland was composed in 1899 for the Press Celebration organized to protest against the censorship’s rules of the Russian Empire. Over the following years, the composition always receives more support from the public so that the Russian authorities began to prohibit its execution. To work around this veto the composition sees its title changed frequently (the most used was: Feelings of joy at the Finnish spring awakening). The Hymn of Finland famous theme that appears at 2/3 of the composition will be dressed with text twice from Sibelius: once in 1927 to be used in Masonic Ritual Music op.113, while in 1941 with poetic text by Veikko Antero Koskenniemi gives life to the suggestive version for male choir and orchestra that you can listen to below.

Mussorgsky
Per quanto riguarda Una notte sul Monte Calvo, i musicologi ci informano che il Modest Mussorgskij che conosciamo è… falso, essendo filtrato dalla mano di numerosi compositori a lui contemporanei (Rimskij Korsakov in particolare).
Mussorgskij completa la partitura originale della Notte di S. Giovanni sul Monte Calvo nel 1867, ma il suo mentore dell’epoca Mily Balakirev pur riconoscendo alla pagina alcuni meriti si rifiuta di eseguirla a causa della scarsa ortodossia armonica e strutturale.
Per ben due volte Mussorgskij cerca di riutilizzare il materiale orchestrale: nel 1872 per partecipare all’opera colletiva Mlada, e nel 1880 come parte dell’opera La fiera di Sorochinsky di cui costituisce la seconda scena del primo atto. Nel 1886, a cinque anni dalla morte dell’autore, Rimsky Korsakov riprende in mano la partitura di Mussorgskij: toglie il coro e il basso solista, ammorbidisce le asperità armoniche secondo il proprio gusto e dà loro una sontuosa veste orchestrale per consegnare al mondo la composizione che tutti conosciamo.
Qui di seguito potete ascoltare invece la versione inserita nell’edizione completa dell’opera realizzata da Vissarion Shebalin nel 1931 rispettando, per quanto possibile, il dettato armonico originale di Mussorgkij e la sua scarna orchestrazione.
What’s about A Night on Bald Mountain? Musicologists tell us that the Modest Mussorgsky we know is … false, filtered by the hand of several contemporary composers (Rimsky Korsakov in particular).
Mussorgsky complete the original score of the Night of St. John on Bald Mountain in 1867, but his mentor Mily Balakirev, while acknowledging some merits to the page refuses to perform it because of the unorthodox harmonic and structural writings.
Twice Mussorgsky tries to reuse the orchestral material: in 1872 to participate in the collective musical project Mlada, and in 1880 as part of the opera Sorochinsky’s fair (as Act I Scene II). In 1886, five years after the author’s death, Rimsky Korsakov picks up Mussorgsky’s score: he removes from it the chorus and bass soloist, softens the harmonics roughness according to his own taste and gives them a sumptuous orchestral texture delivering to the world the composition we all know.
Below, instead, you can listen to the version included in the complete edition of the opera realized by Vissarion Shebalin in 1931 respecting, as far as possible, Mussorgky’s original harmonic dictation and its spare orchestration.

RC

4 risposte a “Composizioni da scoprire: Finlandia (Sibelius) e Una notte sul Monte Calvo (Mussorgskij)/ Compositions to be discovered: Finlandia (Sibelius) and A Night on Bald Mountain (Mussorgsky)

  1. Non era la Hendricks ma la Battle, che cantò deliziosamente avvolta in un abito rosso fuoco!
    Quanto alla versione originale del Valzer, la cieca prevenzione delude la ragione e il pezzo ha sicuramente un suo perché! Dopotutto, pochissimo tempo dopo la prima esecuzione del “Bel Danubio blu” un tal Johannes Brahms completava anche lui una serie di Valzer per voci, i bellissimi Liebeslieder-Walzer op. 52, questa volta accompagnati dal suono del pianoforte. Sul ventaglio di Adele Strauss, moglie di Johann, il compositore di Amburgo schizzò le prime note di “An der schönen blauen Donau”, chiosandole con le parole: “Purtroppo non composto da Johannes Brahms”.

    • Mi sa che invecchio. Non posso più andare a memoria con gli interpreti se confondo la Battle con la Hendricks in una registrazione che dovrei conoscere bene! Per quanto riguarda il barbuto Giovanni e la sua passione per i Walzer del baffuto Giovanni è indubitabile che Brahms abbia amato molto il genere declinandolo però sempre in veste cameristica. Per quanto riguarda il Bel Danubio è la storia che ci racconta del successo di stima della versione originale carnevalesca: forse per il testo moderatamente satirico, o forse per le differenze musicali con la versione orchestrale successivamente approntata da un insoddisfatto Strauss.

  2. Sempre nell’ambito dei cori scomparsi, si potrebbe (ma lo vogliamo veramente???) riscoprire la versione originale di “An der schoenen, blauen Donau”…

    • Intendi forse il piccolo gioiello per coro maschile e orchestra che si può ascoltare in questo link?

      E’ un delizioso orrore! Non trovi. Esattamente come Voci di primavera cantato da un soprano…. ma non è quello che hanno eseguito Karajan e Hendricks durante il Concerto di Capodanno dell’87?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...