Cd o Lp, sarebbe questo il problema!?/ Cd or Lp, this would be the problem!?

Ve lo dico sin dall’inizio: questo è un post sulla fiducia! Nel senso che non ho possibilità di fornirvi prove acustiche di quello che sto per raccontarvi. A meno che non veniate a casa mia per una sessione d’ascolto comparata. Possibile, ma non pratica soprattutto per gli amici che leggono da luoghi lontani come gli Stati Uniti, le Filippine o la Malesia!
I tell you from the beginning this is a post about trust! In the sense that I have no chance to provide acoustic proofs of what I’m about to tell you. Unless you come to my house for a compared listening session. Possible, but not practical especially for friends who read from as far afield as the United States, the Philippines or Malaysia!
wagner moralt
Il problema consiste sempre nel comprendere quello che stiamo ascoltando, in questo caso dal punto di vista del suono. Come dovreste aver capito possiedo una discoteca di una discreta ampiezza (all’ultimo censimento spannometrico dovrei attestarmi tra i 7 e gli 8.000 titoli in Cd). Niente di eccezionale, quindi, anche perchè lo spazio è quello che è! A questa sia affianca ancora oggi una libreria di circa 500 Lp che contiene ancora alcuni dei titoli della mia infanzia (letteralmente, ho cominciato ad ascoltare musica a tre anni!): la Patetica di Ciaikovskij diretta da Erich Kleiber (Decca), la Quinta di Beethoven diretta da Toscanini (RCA), le Ouverture di Wagner dirette da Rudolf Moralt (Philips). Tannhäuser e Olandese volante di quest’ultimo disco sono stati la colonna sonora delle mie letture salgariane: il corsaro nero e sua figlia Jolanda erano più vivi se li leggevo ascoltando contemporaneamente questi brani.
The problem is always to understand what are we listening, in this case from the point of view of the sound. As you may have realized I own a cd library of a discrete amplitude (the last census counted in span says that I should own between 7 and 8,000 titles in Cd). Nothing exceptional, then, also because the space is what it is! Besides to this is still own a library of about 500 Lp which still contains some of the titles of my childhood (literally, I started listening to classical music when I was three!): the Pathetique of Tchaikovsky conducted by Erich Kleiber (Decca), Beethoven’s Fifth conducted by Toscanini (RCA), Wagner’s Overture directed by Rudolf Moralt (Philips). Flying Dutchman and Tannhäuser from this latter long playing were the soundtrack of my Emilio Salgari’s readings: The Black Corsair and his daughter Yolanda were more alive when I read them while listening to these compositions.
sir_georg_solti_symphony_2
Seduto al computer mentre scrivo sto ascoltando un pressaggio originale in Lp Decca della Seconda di Mahler di Solti/ LSO: una bella registrazione dall’impasto timbrico magnifico e con un palcoscenico sonoro di rara profondità. Il passaggio alla ristampa in Cd della stessa registrazione è in certo senso “drammatico”. Innanzitutto il palcoscenico sonoro è tutto spostato in avanti gli strumenti si proiettano addirittura fuori dalle casse con un effetto certamente incisivo, ma che priva la registrazione della profondità di campo tanto che l’orchestra sembra quasi disposta sulla stessa linea. Il vantaggio del Cd nella resa delle micro-dinamiche è ovvio ed evidente, ma la parte più acuta delle frequenze ha acquisito un’aggressività che Lp originale non aveva.
Sitting at the computer, while I write, I am listening to the original Lp Decca pressing of Mahler’s Second of Solti / LSO: a recording with a beautiful mixing timbre and a magnificent and rare depth of soundstage. The switch to the CD reissue of the same record is in some sense “dramatic.” First of all, the sound stage is moved forward: all the instruments are projected out from the speakers certainly even with an incisive effect, but now the depth of field is absent so that the orchestra seems placed on the same line. The advantage of the Cd in the rendering of micro-dynamics is obvious and evident, but the high frequencies has acquired an aggressiveness that the original Lp did not have.
bartok ormandy lp
Ancora più impressionante la differenza tra la mia edizione CBS in Lp del Concerto per Ochestra di Bartok con Ormandy e la Philladelphia Orchestra e la rimasterizzazione della stessa registrazione inserita nel cofanetto Original Jacket Collection! Nella versione Lp la ripresa del suono è di quelle un po’ da lontano (come se ascoltaste l’orchestra da mezza sala seduti in poltrona) con tanta aria e ambiente intorno ai suoni delle singole famiglie strumentali. Il passaggio al Cd ci offre una prospettiva ravvicinatissima (molto più Decca che CBS) con una opulenza timbrica che oserei dire anabolizzata, soprattutto se confrontata con la trasparenza della versione Lp.
Even more striking is the difference between my edition of Bartok’s Concerto for Orchestra (CBS Lp) with Ormandy and the Philladelphia Orchestra and the remastering of the same recording inserted into the box Original Jacket Collection! In the Lp the sound is a bit of like those from away (as if you are listening to the orchestra sitting in an armchair half in the hall) with so much air and environment around the instrumental sounds of individual families. The transition to the CD offers us a very close perspective (much Decca than CBS) with a tonal opulence that I dare to describe as under steroids, especially when compared with the transparence of the Lp version.
barto ormandy cd
Con Fuochi d’artificio di Stravinskij nell’interpretazione di Seiji Ozawa e della Chicago Symphony Orchestra (RCA) abbiamo l’effetto esattamente opposto rispetto ai due precedenti. La mia ristampa Lp nella serie economica LineaTre proietta gli strumenti fuori dalle casse come se fossero realmente fuochi d’artificio sonori, mentre la ristampa in XRCD della JVC offre una raffinatezza timbrica eccezionale nella sua trasparenza e un palcoscenico sonoro ampio distribuito e profondo.
A questo punto la domanda sorge spontanea: cosa stiamo a discutere se suona meglio il Cd o l’Lp quando noi poveri comuni mortali non possiamo paragonare nessuna delle due sorgenti sonore al master originale?
With Stravinsky’s Fireworks in the interpretation of Seiji Ozawa and the Chicago Symphony Orchestra (RCA) we have the exact opposite effect than the previous two. My Lp pressing in economic LINEATRE’s series projects the instruments out from the speakers as if they were actually sound fireworks, while the reprint in XRCD from JVC offers an exceptional tonal refinement in its transparency and a soundstage wide spread and deep.
At this point the question arises: what are we arguing if it sounds better Cd or Lp when we, common folks, cannot compare either of the two sound sources to the original master?

ozawajvc
Lo ammetto: sono noioso e ripetitivo! Ma vi prego non fatevi condizionare dalle grandi discussioni che fanno gli “esperti”: per ogni sostenitore dell’Lp analogico troverete sicuramente un fan sfegatato del supporto digitale, ed entrambi saranno in grado di spiegarvi perchè uno dei due supporti suona meglio dell’altro! Naturalmente se volete posso anche trovarvi qualcuno che vi dica che il meglio del suono lo scaricate da internet in formati ad alta definizione! Io nel mio angolino, intanto, ho rimesso la Resurrezione di Mahler in Lp sul piatto e me la sto godendo, ma non perchè è meglio rispetto alla versione in Cd, ma perchè è diversa… e oggi la preferisco!
I admit it: I am boring and repetitive! But please do not let yourself be influenced by the great discussions from the “experts”. For each supporter of the analog LP you will surely find an avid fan of digital media, and both will be able to explain why one of the two media sounds better than the other! Of course, if you want, I can manage to find someone able to explain you that the best sound it’s the one downloaded from the internet in high definition formats! In the meantime, in my little corner, I newly putted Mahler’s Resurrection Lp on the turntable and I’m enjoying it, but not because it is better than the CD version, but because it is different … and this day I prefer to listen it!

RC

6 risposte a “Cd o Lp, sarebbe questo il problema!?/ Cd or Lp, this would be the problem!?

  1. “L’unico modo per fare evolvere il gusto è ascoltare tanta musica eseguita dagli interpreti più disparati. ”
    Concordo.:-)
    gb

  2. c’è il proprio gusto che ci fa scegliere un’incisione al posto di un’altra e purtroppo c’è anche una variazione biologica naturale nel nostro apparato uditivo, che influisce enormemente sulle nostre scelte… quindi oltre le scelte esecutive dei direttori, ci sarà una versione differente che preferiamo a seconda del momento della vita che viviamo… il gusto evolve o comunque muta… articolo interessante e non troppo schierato (come succede invece con i cosiddetti audiofili intransigenti)… saluti.

    • Mi scuso per aver tardato così tanto a rispondere, ma in questi giorni tra la chiusura delle recensioni per la rivista e l’ascolto del test-press per una riedizione in Lp sono stato un po’ “acchiappato”. In effetti è quello che cerco tutte le volte di spiegare: sclerotizzarsi su un’unica interpretazione è una limitazione rispetto alle infinite possibilità di emozione che differenti visioni interpretative garantiscono. L’unico modo per fare evolvere il gusto è ascoltare tanta musica eseguita dagli interpreti più disparati. Il problema riguardante l’udito è reale, ma fortunatamente imperscrutabile perchè, se progressivo e non traumatico, difficilmente razionalizzabile. In fondo conosciamo le tragedie di interpreti divenuti sordi come Furtwaengler, Stiedry o Markevitch. Ma acnhe Kempff mi raccontava un conoscente non era riuscito a superare felicemente un test audiometrico fatto qui in Italia.

  3. Grazie!!
    nostalgia nel vedere l’etichetta Fontana

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...