Beethoven: nove interpretazioni storiche e una risposta a Piero43./ Beethoven: nine historical recordings and an answer to Piero43.

E dell’integrale di Harnoncourt (The Chamber Orchestra of Europe / Teldec 1991) che diciamo ?? Io l’adoro, anche a costo di attirarmi i tuoi dottissimi strali di esegeta discografico a 360°.
What do you think about the Harnoncourt complete recording(The Chamber Orchestra of Europe / Teldec 1991)? I love it, even if I draw against me your most learned arrows of recordings exegete.
Piero43

harnoncourt

Ho pensato che questo commento, ricevuto da Piero43, per le implicazioni contenute meritasse una risposta più visibile rispetto a quanto avrebbe avuto nella sezione dei commenti. Parafrasando un comico: sono contrario alle integrali perchè non si può controllare la cottura! No, forse non è così: sono contrario alla pentola a pressione perchè un interprete non basta! Nemmeno. CI SONO: sono contrario alle integrali, perchè non credo che un interprete possa riuscire al meglio in tutte le sinfonie di Beethoven (in questo caso!).
E’ chiaro che la mia lista di ieri è (oltre che strettamente soggettiva e in perenne evoluzione) piuttosto tradizionale come impianto interpretativo (Antonini a parte). Qui di seguito inserisco un link a un precedente articolo del blog in cui tratto il problema dell’interpretazione musicale:
https://classicasenzafrontiere.wordpress.com/2013/04/03/andate-e-interpretate-disse-il-compositore/
I thought this comment, received by Piero43, due the implications contained deserved a more visibility than it would have in the comments section. To paraphrase a comic I am opposed to the complete recordings because you can not control the cooking! No, maybe it is not: I am against the pressure cooker, because an interpreter is not enough! Neither. HERE IT IS: I am contrary to the complete recordings, because I do not think that an interpreter can succeed the best in all of Beethoven’s symphonies (in this case!).
It ‘s clear that my list of yesterday (as well as strictly subjective and ever-evolving) is quite traditional from the point of view of interpretation (all but Antonini). Below I post a link to a previous blog article where I treat the problem of musical interpretation:

https://classicasenzafrontiere.wordpress.com/2013/04/03/andate-e-interpretate-disse-il-compositore/

Per dare una risposta diretta e come dicono gli anglosassoni, in my arrogant opinion, non sono un grande fan di Harnoncourt. Trovo molto spesso le sue interpretazioni eccessivamente a priori, ovvero applicazione scientifica di “preconcetti” interpretativi senza badare se questi si adattino alla musica. Il suo approccio interpretativo filologico è ancora di quella generazione intransigente che all’ascolto attuale, venti/ trent’anni dopo, risulta altrettanto datato della Pastorale registrata da Stokowski a Philadelphia negli anni ’30 con tutti i portamenti d’espressione degli archi che si usavano all’epoca.
Alcuni di questi stessi interpreti sono poi parzialmente ritornati sui propri passi (Norrington, Herreweghe ad esempio) cercando nuovi punti di equilibrio che interpreti delle generazioni successive (Antonin, de Vriend per citarne due particolarmente interessanti in Beethoven) stanno individuando con naturalezza. Lo stesso Harnoncourt ha dimostrato (ad esempio nella bellissima Passione Secondo Matteo registrata alla fine degli anni ’90) di aver la capacità di evolvere dal punto di vista interpretativo e spero sinceramente,quindi, che affronti nuovamente il sinfonismo beethoveniano.
To give a direct answer, in my arrogant opinion, I’m not a big fan of Harnoncourt. I find that very often his interpretations are scientific application of “preconceptions” regardless of whether they fit the music. His philological approach is still of that uncompromising generation that, twenty or thirty years later, it is equally dated as the Pastoral recorded by Stokowski in Philadelphia in the ’30s with all the strings portamenti that were used in that era.
Some of these same conductors are then partially returned to where they started (Norrington, Herreweghe for example) looking for new points of equilibrium that interpreters of later generations (Antonini and de Vriend, two conductors particularly interesting in Beethoven) are identifying naturally. The same Harnoncourt has shown (for example in the beautiful Passion According to Matthew recorded at the end of the 90s) the ability to evolve from the interpretative point of view and I sincerely hope, therefore, that he will addresses again the Beethoven symphonies.

Detto questo, come avevo preannunciato ieri, ecco una lista per appassionati di interpretazioni storiche.
That said, as I announced yesterday, here is a list for lovers of historical performances.

Sinfonia n.1 – Arturo Toscanini, BBC Symphony Orchestra – Naxos (1937)
Per ascoltare il vero Toscanini: quello capace di fraseggiare, di respirare con la musica e di giocare con il tempo! Il contrario delle registrazioni in studio ufficiali RCA!
To listen to the true Toscanini: the one capable of phrasing, breathing with the music and playing with the tempos! The opposite of the one portrayed in the official RCA studio recordings!

Sinfonia n.2 – Fritz Reiner, Pittsburgh Symphony Orchestra – Sony (1945)
Un vero dominatore di orchestre per una lettura di assoluta perfezione.
A true ruler of orchestras for a reading of absolute perfection.

Sinfonia n.3 “Eroica” – Erich Kleiber, Wiener Philharmoniker – Decca (1955)
Perché il talento di Carlos non è venuto fuori dal nulla….
Because the talent of Carlos did not come out of nowhere ….

Sinfonia n.4 – Pierre Monteux, San Francisco Symphony Orchestra – RCA (1952)
Dopo un concerto stravinskiano di grande successo ai consueti complimenti di rito e l’invito a ritornare, sua moglie replicò: “Sì, ma per dirigere musica vera come Beethoven e Brahms”. Eccolo il Beethoven di Monteux!
After a Stravinsky’s concert of great success at the usual compliments and the invitation to come back, his wife replied, “Yes, but to direct real music like Beethoven and Brahms.” Here is the Beethoven of Monteux!

Sinfonia n. 5 – Herbert von Karajan, Philharmonia Orchestra – EMI (1954)
Il giovane spettacolare Karajan: scattante, atletico, luminoso e anti-retorico come poi non sarà più.
The spectacular young Karajan: agile, athletic, bright and anti-rhetorical as then no longer.

Sinfonia n.6 “Pastorale” – Bruno Walter, Philadelphia Orchestra – Music & Arts (1946)
Walter prima dell’infarto. Per ascoltare un Giove tonante invece che un Wotan in attesa della fine.
Walter before the heart attack. To listen to a thundering Jupiter instead of a Wotan waiting for the end.

Sinfonia n.7 – Paul van Kempen, Berliner Philharmoniker – Philips (1953)
Dettaglio, architettura e senso della frase: tutto quello che conta nella bacchetta ormai dimenticata di questo olandese a capo della Dresden Philharmonie dal 1934 al 1942.
Detail, architecture and sense of the phrase, all that matters in this Dutch forgotten “wand” head of the Dresden Philharmonic from 1934 to 1942.

Sinfonia n.8 – Victor de Sabata, New York Philharmonic – Idis (1951)
Perché troppo spesso ci scordiamo che è stato il più grande direttore d’orchestra italiano di tutti i tempi.
Because too often we forget that he was the greatest Italian conductor of all time.

Sinfonia n.9 “ Corale” – Tilla Briem, Elisabeth Hoengen, Peter Anders, Rudolf Watzke, Wilhelm Furtwaengler, Berliner Philharmoniker – Altus (1942)
L’interpretazione più intensa e drammatica mai uscita dalla bacchetta di Fuffy!
The ever more intense and dramatic interpretation exit from Fuffy’s stick!
RC

2 risposte a “Beethoven: nove interpretazioni storiche e una risposta a Piero43./ Beethoven: nine historical recordings and an answer to Piero43.

  1. Grazie per la gentile e dettagliata risposta. Sono d’accordo con te sulle integrali che non sono certo il massimo, specie quando coinvolgono cicli di opere di grande rilevanza e complessità. Nel caso specifico di Ludwig van/Nikolaus, considero quella esperienza così fuori dagli schemi, di grande valore storico (per me anche affettivo, essendomi nutrito per anni di quelle idee). Prendo atto con interesse di tutte le opportune evoluzioni, ma certi amori restano incancellabili ! La carne è debole…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...