Affrontiamo la Tetralogia (Parte IX). Crepuscolo (Atto I): quante volte l’ho detto di non giocare con gli incantesimi?/ Facing the Ring (Part IX). Twilight (Act I): How many times have I told you not to play with the spells?

Il primo atto si apre nella reggia dei Gibicunghi: i fratelli Gunther e Gutrune, e il loro fratellastro Hagen figlio di Grimhilde e Alberich. La scena vede l’astuto e malizioso Hagen suggerire a fratello e sorella la necessità di trovarsi due compagni che siano all’altezza della loro fama e del loro potere. Brunnhilde, la bellissima vergine protetta dalle fiamme, sarebbe la sposa ideale per Gunther, mentre l’eroe Sigfrido che ha sconfitto il drago ottenendo il tesoro di Alberich sarebbe il candidato ideale per Gutrune. Quest’ultima ha dei dubbi sulla possibilità di sedurre l’eroe, ma Hagen le ricorda che il filtro d’amore di cui lei custodisce una preziosa ampolla potrebbe facilmente soggiogare Sigfrido alla sua bellezza. Dal Reno sullo sfondo sale il richiamo del corno di Sigfrido che poco dopo compare nella sala del trono della reggia. Qui dopo i classici convenevoli da veri ed eroici maschi (siamo amici o battiamoci a morte!) Sigfrido e Gunther stringono un patto di fratellanza che viene sancito da una coppa di vino drogato con il filtro d’amore da parte di Gutrune (dite che l’abbiamo già sentita in Tristano? Lo so e anche li finisce male: quindi, mai usare filtri d’amore!). In questo modo Sigfrido dimentica completamente Brunnhilde si innamora di Gutrune e accetta di aiutare Gunther a conquistare Brunnhilde grazie alle virtù dell’elmo magico di Alberich che Hagen ha prontamente svelato a Sigfrido.
The first act opens in the palace of Gibicungs: brothers and sister Gunther and Gutrune, and their half-brother Hagen, Alberich and Grimhilde ‘s son. The scene shows the cunning and mischievous Hagen suggest to brother and sister the easiest way to win two companions who are up to their reputation and their power. Brunnhilde, the beautiful virgin protected from the flames, it would be the perfect bride for Gunther, while the hero Siegfried who defeated the dragon getting the treasure of Alberich would be the ideal candidate for Gutrune. The latter are doubtful about her opportunities to seduce the hero, but Hagen reminds her that the love potion which she holds in a precious bulb may easily subdue Siegfried to her beauty. From the Rhine in the background rises the call of Siegfried’s Horn. He appears in person a little later in the throne room of the palace. Here, after some real classic and heroic males pleasantries (we’re friends or let’s fight to death!) Siegfried and Gunther make a pact of brotherhood that is attested to by a glass of drugged wine with the love potion by Gutrune (Arec you saying that we’ve heard in Tristan? I know them well, and ends badly there too: therefore, never use love potions!). In this way Siegfried completely forgets Brunnhilde falls in love with Gutrune and agrees to help Gunther to win Brunnhilde thanks to the virtues of Alberich’s magic helmet, that Hagen has quickly revealed to Siegfried.

La scena si sposta in cima alla rocca dove Brunnhilde è in attesa del ritorno dell’eroe. La monotonia viene spezzata dall’arrivo della sorella Waltraute fuggita di soppiatto dal Walhalla. E’ il classico incontro da film tra due sorelle: quella un po’ secchiona e diligente che vive ancora a casa, contro quella scapestrata che è stata buttata fuori di casa. Ciao come stai…. io sto bene…. il papà mi ha perdonato?…. neanche per idea, ma è molto triste e pensa sempre a te…. a proposito è talmente depresso che ci obbliga a stare tutti nella sala del trono circondati da fascine di legno intanto che lui medita se bruciarci tutti vivi. Lo so, niente di nuovo per noi acoltatori contemporanei, tutto questo fa molto santone fuori di testa di una setta di apocalittici votati al suicidio di massa! Ma se ci pensate: all’epoca della composizione personaggi di questo genere non erano all’ordine del giorno. Il battibecco tra le due sorelle raggiunge il culmine quando Waltraute chiede a Brunnhilde di rendere l’Anello alle figlie del Reno per salvare Wotan e gli Dei, ma completamente irretita dall’amore per Sigfrido e dal potere dell’Anello Brunnhilde rifiuta: piuttosto che separarmi dal pegno d’amore di Sigfrido muoiano gli Dei con tutti gli eroi in colonna!
The scene moves to the top of the rock where Brunnhilde is waiting for the return of the hero. The monotony is broken by the arrival of his sister Valtrauta fled from Walhalla.It’s the classic encounter between two sisters from the movie: the one a little’ nerd and diligent who still lives at home, against the reckless one that has been thrown out of the house. Hello how are you …. I’m fine …. the father has forgiven me? …. even in the slightest, but it is very sad and is always thinking of you …. by the way is so depressed that obliges us to all be in the throne room surrounded by bundles of wood while he ponders whether to burn us all alive. I know, nothing new for us contemporaries listeners, this is really like: holy man out of his mind heading a cult of apocalyptic voted to mass suicide! But if you think about it: at the time of the composition characters of this kind were not on the agenda. The spat between the two sisters reach a climax when Valtrauta asks Brunnhilde to give back the Ring to the daughters of the Rhine to save Wotan and the gods, but Brunnhilde refuses completely enmeshed with her love for Siegfried and by the power of Ring: rather than be separated by Siegfried’s pledge of love may the gods die with all the heroes in bunch!

Waltraute si è appena allontanata furibonda che Brunnhilde ode il richiamo del corno di Sigfrido.
Al colmo della felicità si muove per abbracciare la figura che esce indenne dalle fiamme, ma orrore e raccapriccio non è Sigfrido. Bè in realtà è Sigfrido, che però ha assunto l’aspetto di Gunther per ingannare Brunnhilde e farle credere di essere il signore dei Gibicunghi che viene a reclamarla come sposa. Brunnhilde ingaggia una breve lotta senza speranza con Gunther/ Sigfrido, ma viene vinta: l’Anello le è strappato con la forza e viene obbligata a rifugiarsi nella grotta dove Notung viene frapposta tra lei e e il finto Gunther in attesa dell’arrivo del vero Gunther il giorno successivo.
Valtrauta has just moved away furious that Brunnhilde hears the call of the Horn of Siegfried.
At the height of happiness moves to embrace the figure that comes out unscathed from the flames, but horror and disgust is not Siegfried. Well it is actually Siegfried, but he has assumed the appearance of Gunther to deceive Brunnhilde and make her believe that he is Lord of Gibicungs who comes to claim her as a bride. Brunnhilde hires a brief hopeless struggle with Gunther / Siegfried, but is won: Siegfried wrest the Ring from her hand and interpose Notung between her him while awaiting the arrival of the real Gunther the next day.

RC

2 risposte a “Affrontiamo la Tetralogia (Parte IX). Crepuscolo (Atto I): quante volte l’ho detto di non giocare con gli incantesimi?/ Facing the Ring (Part IX). Twilight (Act I): How many times have I told you not to play with the spells?

  1. segnalo questa frase da rettificare collocata subito dopo il secondo video, manca una t di certo per mero errore di battitura

    “La scena si sposta in cima alla rocca dove Brunnhilde in attesa del ritorno delleroe. La monotonia viene spezzata dallarrivo della sorella Waltraute fuggita di soppiato dal Walhalla”.

    Cordiali saluti Nicola

    Il giorno 19 giugno 2013 15:25, Classicasenzafrontiere

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...