Affrontiamo la Tetralogia (Parte VIII). Crepuscolo (Prologo): che disgrazia si è rotto il filo!/ Facing the Ring (Part VIII). Twilight (Prologo): disgrace, the thread is broken!

Ci volevano due giorni di riposo dalla Tetralogia! A mente più fresca possiamo affrontare il Prologo del Crepuscolo degli Dei senza alcun timore. Forse…. perchè dovete tenere presente che Prologo e Primo atto sono direttamente collegati in sede di esecuzione per una durata di un’ora e 50 minuti di musica. Quando ci penso mi viene in mente il mitico Fantozzi e la Corazzata Potemkin!
We need two days off from the Tetralogy! With a fresher mind we can deal with the Prologue of the Twilight of the Gods without any fear. Maybe …. why you need to keep in mind that prologue and first act are directly connected in the running for a duration of one hour and 50 minutes of music. When I think about it I am reminded of the legendary Fantozzi and Battleship Potemkin!

Siamo tra noi tanto, non c’è nessun wagneriano intransigente che ci legge! Speriamo!
La scena che ci si presenta è quella dell’antro di Erda. Le sue tre figlie cieche (le Norne) cercano di riannodare i fili del destino degli uomini e degli Dei. E’ il solito trucco wagneriano in stile telefilm americano: nelle puntate precedenti della Tetralogia! La più anziana guarda il passato, quella di mezzo il presente, mentre la più giovane il futuro: legato il filo al ramo di un’abete la Prima Norna ci rammenta di come il giovane Wotan arrivato un giorno alla fonte d’acqua (della saggezza) che stava ai piedi del frassino (della vita) abbia lasciato in pegno un suo occhio per abbeverarsi e, staccando un ramo dall’albero si sia forgiato un lancia su cui ha inciso i patti stipulati con gli uomini che gli permettono, come già sappiamo di regnare sul mondo. L’azione violenta di Wotan danneggia irreparabilmente la pianta che muore inaridendo contemporaneamente la fonte d’acqua. Sento salire l’indignazione ecologista. Il passaggio del filo alla Seconda Norna ci porta all’incontro Sigfrido/ Wotan e alla frantumazione della lancia e quindi dei patti. Ci racconta anche di come Wotan abbia ordinato agli Eroi del Walhalla di abbattere l’albero sacro e la foresta a lui collegata. Sento gli ecologisti armarsi per partire al salvataggio, ma è troppo tardi: LE PIANTE SONO TUTTE MORTE! Qualcuno potrebbe anche pensare che in fondo questi Eroi potrebbero anche rifiutarsi di obbedire all’ordine, ma non dovete dimenticare che questi signori sono dei morti viventi, zombie, tenuti in vita per servire il loro padrone: Wotan!
We are between us, there are no uncompromising Wagnerians reading us! Hopefully!
The opening scene is the outside of Erda’s antrum. Her three blind daughters (the Norns) try to pick up the threads of destiny of men and gods. It ‘s the usual Wagnerian’s trick in American TV series style: previously on The Ring! The older woman looks at the past, the middle one the present, while the younger the future: the thread tied to the branch of a tree by the First Norn reminds us of how the young Wotan arrived one day at a water source (of wisdom) that stood at the foot of the ash tree (of life) and how he has left in pledge his eye for a drink and, pulling a branch from the tree has forged a spear on which he has recorded the deals with the men who allow him, as we already know, to rule the world. The violent action of Wotan will destroy to death the tree, drying up at the same time the source of water. I can feel the rising indignation of ecologist. The passage of the wire to the Second Norn brings us to Siegfried / Wotan meeting, when the spear was shattered and so the deals. It also tells how Wotan has ordered to the Heroes of Walhalla to break down the sacred tree and the forest attached to him. I feel ecologists arm themselves to go to the rescue, but it is too late: ALL THE PLANTS ARE DEATH! Some might even think that after all these heroes may also refuse to obey the order, but you must not forget that these gentlemen are a bunch of living dead, zombie, kept alive to serve their master, Wotan!

La Terza Norna ci propone la visione futura del Walhalla con tutti gli Dei e gli Eroi schierati mentre arde circondato dai ceppi del frassino tagliato. Vendetta, tremenda vendetta disse l’albero bruciando!
Quando le Norne cercano di iniziare un nuovo giro si accorgono che la maledizione dell’Anello sta sconvolgendo la trama dell’intreccio fino a quando la fune si spezza segnando la fine del potere di
premonizione delle figlie di Erda.
The Third Norn offers us a future vision of Walhalla, with all the Gods and Heroes deployed, burning while surrounded by the strains of the ash tree cut. Revenge, terrible revenge said the tree on fire!
When the Norns try to start a new round realize that the curse of the Ring is upsetting the plot of the plot until the rope breaks marking the end of the power of premonition of Erda’s daughters.

La scena successiva ci trasporta nel cerchio di fuoco che proteggeva il sonno di Brunnhilde. Dopo una notte di passione Brunnhilde e Sigfrido si risvegliano esultanti (la prima volta non si scorda mai!). Con la perdita della verginità Brunnhilde ha ceduto definitivamente tutti i suoi poteri in favore di Sigfrido. Ora altro non è che una donna pronta a salutare l’eroe che parte in cerca di nuove avventure. Per un attimo ci ritroviamo in atmosfera filosofica tristaniana quando i due giovani si scambiano l’intenzione di essere Brunnhilde e Sigfrido insieme, ma il viaggio di lavoro incombe e Sigfrido lascia all’amata in pegno l’Anello per riceverne in cambio Grane i cavallo non più alato di Brunnhilde: il prologo si chiude sulle note eroiche del Viaggio di Sigfrido su Reno.
The next scene takes us into the circle of fire that protected the sleep of Brunnhilde. After a night of passion Brunnhilde and Siegfried awaken jubilant (you will never forget the first time!). With the loss of virginity Brunnhilde finally sold all of its powers in favor of Siegfried. Now she is nothing but a woman ready to greet the hero who is going to set out in search of new adventures. For a moment we find ourselves in Tristan’s philosophical atmosphere when the two young people share the vows that Siegfried and Brunnhilde are going to be the same soul, but the business trip looming and Siegfried leaves the ring in pawn to his beloved, receiving back Grane, Brunnhilde’s no more winged horse: the prologue closes on the heroic notes of the Siegfried trip on the Rhine.

RC

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...