Affrontiamo la Tetralogia (Parte VII). Sigfrido (atto III) Una caverna nel bosco, una dea, un cafone e un viandante… ah no, c’è anche la bella addormentata nel fuoco!./ Facing the Ring (Part VII). Sigfried (act III) A cave in the woods, a goddess, a boor and a wanderer … oh no, there is also the rosted sleeping beauty!

Eccoci all’ultimo atto del Sigfrido. La scena si apre, guarda caso, all’ingresso di una grotta. Una vera novità in quest’opera! Wotan, altrimenti detto il Viandante sta chiamando Erda per risvegliarla dal suo sonno di conoscenza. Lasciate che ve lo dica questo Wotan è un bel rompiscatole! Prima si siede non invitato al desco di Mime massacrandolo di domande e annunciandogli la prossima dipartita, poi va a rompere il sonno a Fafner per annunciargli la vicina morte e infine, qui da Erda, insiste per ottenere da lei informazioni che gli permettano di arrestare la fine degli Dei. E non ottenendo giustizia le annuncia la fine degli Dei e quindi sua! E che …azz! Uno così quando lo incontri per strada cambi marciapiede prima che ti dica una cosa tipo: “ricordati che devi morire!”.
Here we are: the last act of Siegfried. The scene opens, coincidentally, at the entrance of a cave. A real novelty in this work! Wotan, otherwise known as the Wayfarer is calling Erda to awaken her from its slumber of knowledge. Let me say that this Wotan is quite a pain in the ass! At the beginning he sit uninvited at the table of Mime slaughter him with questions and announcing his imminent departure, then goes to break Fafner’s sleep to announce him the approaching of the death and finally at the entrance of Erda’s cave insists to get information that will enable him to stop the end of the Gods. And not getting the answers he wait for, announces the end of the Gods and then of her! And … uck! This Wotan is the kind of guy that you try to flee around the street before he tell you something like, “remember that you must die.”

Erda compare e se ne esce con frasi topiche del tipo: “il mio sonno e sogno, il sogno è pensiero e il pensiero è conoscenza!”. Che dite? Che sembra una sciamana sotto l’influsso di allucinogeni di cattiva qualità? Questo passa il convento! E difatti non ottenendo le risposte attese (il mondo degli uomini è complicato nella sua imprevedibilità!) Wotan si spazientisce notevolmente e la rimanda a farsi una pennica annunciando che da adesso in avanti lavorerà solo per ottenere la fine degli Dei, passando il testimone a Sigfrido e Brunnhilde ora che il giovane senza paura ha spezzato l’incantesimo dell’Anello!
Erda appears and comes out with topical phrases like, “my sleeping is dream, my dream is thought and my thought is knowledge.” What do you say? That seems like a shaman under the influence of bad hallucinogens? Sorry this is the best we have! And in fact not getting the expected answers (the world of men is complicated in its unpredictability!) Wotan greatly becomes impatient and sends her back to get a nap announcing that from now on he will work just to get the end of the Gods, passing thepower to Siegfried and Brunnhilde, now that the young man without fear has broken the spell of the Ring!

Erda se ne va, Sigfrido arriva. Allevato in qualche modo da Mime, Sigfrido è un cafoncello nerboruto e ignorante privo di qualsiasi rispetto o soggezione. Prende tranquillamente a male parole Wotan perchè sembra sbarrargli la strada verso Brunnhilde e il Dio, almeno all’inizio, sta al gioco, fino a quando spazientito alza la lancia contro Notung. Dalle parole di Wotan, Sigfrido capisce che l’uomo che ha dinnanzi è colui che ha ucciso suo padre. Wotan pensa che la lancia che già spezzò Notung può spezzarla un’altra volta, ma la spada riforgiata da Sigfrido non è asservita al potere delle rune iscritte sulla lancia e Sigfrido nell’ingaggiare battaglia colpisce la lancia la mandandola in frantumi. Il potere di Wotan sul mondo sancito dai patti iscritti sulla lancia ormai è spezzato e la fine del regno degli Dei è giunta!
Erda is gone, Siegfried arrives. Brought up in some way by Mime, Siegfried is a young boor wiry and ignorant devoid of any respect or awe. Quietly quarrel with Wotan because it seems to block his way to Brunnhilde. At the beginning the God is amused but at the end he raise impatiently his spear against Notung. From the words of Wotan Siegfried realizes that the man who stand before him is the one who killed his father. Wotan think that the spear that already broke Notung can break it again, but the sword reforged by Siegfried is not subservient to the power of the runes inscribed on the spear and Siegfried in engaging battle hitting and shatters the spear. The power of Wotan on the world sanctioned by the deals inscribed on the spear is broken now and the end of the reign of the gods has come!

L’ultima scena vede Sigfrido attraversare senza paura il muro di fuoco che protegge il sonno di Brunnhilde, ma la vista della sua bellezza lo scombussola e il ragazzo scambia la sensazione dovuta all’ormone adolescenziale impazzito con la paura! Preso coraggio bacia e risveglia Biancaneve…. apettate però, non trovo i sette nani! Tutte le volte mi sbaglio tra le favole…. Sigfrido risveglia Brunnhilde e sul tema musicale che sarà quello della sua Marcia Funebre le dichiara il suo amore. Perché se ancora non l’avete capito apprendendo la paura Sigfrido è a sua volta colpito dalla maledizione dell’anello…. ma questa è un’altra storia e Ve la racconterò nel Crepuscolo degli Dei.
L’opera si chiude su un duetto basato sui temi che Wagner utilizzerà anche per l’Idillio di Sigfrido.
The last scene sees Siegfried walking fearlessly through the fire wall that protects the sleep of Brunnhilde, but the sight of her beauty upsets the boy tha mistakes the teenage sensation due to the crazed hormons, with fear! Took courage awakens Snow White and kisses …. wait, wait though, I can not find the seven dwarfs! Whenever I’m in the wrong fairy tale …. Siegfried awakens Brunnhilde and declares his love for her on the musical theme which will be that of his funeral march. Because if you have not understood learning the fear Siegfried is affected by the curse of the ring …. but that’s another story and I will tell it in the Twilight of the Gods. The opera end with a wonderful duet on themes that Wagner will use in his Sigfried Idyll.

RC

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...