Ansia da diffusori? No, solo orrore e raccapriccio! (Parte II)/ Loudspeakers anxiety? No, only horror and revulsion! (Part II)

Avete misurato? Io personalmente per sentire davvero certe frequenze prodotte dal subwoofer bipolare Mirage mi devo spostare nel corridoio che collega la zona giorno a quella notte dell’appartamento!
Have you measured? To really “feel” certain frequencies produced by my bipolar subwoofer Mirage I have to move in the hallway that connects the living area of the apartment with the night one!

eminent technology
Un diffusore a “porta” (come lo chiamo io) Eminent Technology dell’amico Tonino.
A “door” (as I call it) Eminent Technology’s loudspeaker owned by my friend Tonino.

Comunque, proseguiamo la nostra trattazione parlando di diffusori da pavimento dalle caratteristiche tecniche assai peculiari. Le cosiddette casse dipolari siano esse elettromagnetiche o elettrostatiche sono oggetti completamente diversi: quello che guadagnano in spessore (sono generalmente piuttosto sottili), lo perdono completamente in altezza e larghezza. Inoltre, avendo la peculiarità di emettere suono non solo in avanti, ma nella stessa quantità anche dietro richiedono una disposizione nell’ambiente d’ascolto che lasci alle loro spalle molto spazio pena la il rinforzo innaturale o l’elisione di determinate frequenze causata dal suono di ritorno dopo il rimbalzo sul muro posteriore. Nonostante l’aspetto similare si tratta però di diffusori tecnologicamente diversi anche se il risultato sonoro in definitiva è piuttosto simile. Le elettromagnetiche sfruttano lo stesso principio fisico dei diffusori tradizionali a cono solo che invece di avere una serie di coni “accordati” per restituire la gamma completa delle frequenze, qui abbiamo una membrana che ha la dimensione di tutto il diffusore che viene messa in vibrazione da una serie di magneti disposti ad arte (per farla semplice!). Negli elettrostatici, invece, la membrana si trova tra due superfici caricate elettrostaticamente (questo implica la necessità di una presa di corrente con cui alimentarle: due cavi in più in giro per casa!).

quad_1
Vista anteriore di una Quad esl989 (elettrostatiche) proprietà di Schoeps!
Front view of one Quad esl989 (electrostatic) owned by Schoeps!

However, we continue our discussion talking about floorstanding speakers with very particular technical characteristics. The so-called dipolar speakers whether electromagnetic or electrostatic are completely different objects: what they earn in thickness (they are generally quite thin), they completely lose in height and width. In addition, having the distinction of producing sound not only forward, but also backward in the same amount they require an installement in the listening room that leaves a lot of space behind them to avoid innatural reinforcement or lacking of certain frequencies caused by the sound coming back after the bounce on the back wall. Although they look similar but these speakers are technologically different even if the resulting sound is ultimately quite similar. The electromagnetic exploiting the same physical principle of the traditional cone speaker, only that instead of having a series of cones “tuned” to return the full range of frequencies, here we have a membrane which has the dimension of the whole loudspeaker that is put into vibration by a series of magnets arranged artfully (to make it simple!). In electrostatics, however, the membrane is located between two electrostatically charged surfaces (this implies the need for an socket with which power them: two cables in more around the house!).

quad_2
Altra vista della stessa Quad esl989 di Schoeps.
Other sight of the Quad esl989.

I vantaggi di simili tecnologie sono facilmente intuibili: la membrana vibrante più estesa e sottile offre una maggiore prontezza di risposta nei transienti più rapidi, la dimensione e la disposizione degli strumenti nel palcoscenico sonoro (soprattutto se parliamo di musica da camera o jazz con voce) è assai prossima alla realtà della musica dal vivo. Non c’è necessità dei filtri di crossover perché la membrana copre l’intera gamma delle frequenze: il segnale originale è quindi meno modificato nel suo percorso fino al nostro orecchio. Bisogna anche segnalare che a parità di prestazioni queste tipologie di diffusori costano meno. La perfezione, però, non è di questo mondo e anche questi diffusori hanno dei “difetti” di gestione. Abbiamo già parlato della necessità di spazio perché suonino al meglio, ma dovete anche calcolare che questo genere di diffusori hanno un punto molto più definito nello spazio dove l’immagine sonora è ottimale (l’amico Bruno, fan Quad di lunga data, le utilizza quasi fossero una sorta di “cuffia” aperta) limitando la possibilità di ascolti collettivi. I diffusori elettromagnetici, inoltre, data la loro bassa efficienza necessitano di amplificazioni di alto livello qualitativo, esuberanti in potenza, emissione di corrente e ovviamente nel costo! D’altro canto gli elettrostatici si possono pilotare con più facilità, ma subiscono in maniera piuttosto significativa il tasso di umidità relativa dell’appartamento e, in generale gli sbalzi climatici. Inoltre se il vostro gusto del suono predilige un impatto piuttosto fisico (in particolare nelle frequenze gravi) l’emissione di questi oggetti potrebbe non soddisfare le vostre aspettative e l’aggiunta di un subwoofer per equilibrare la situazione richiederebbe: oltre a una spesa non indifferente anche un lavoro non facile di messa a punto del crossover, perché la nitidezza e la velocità di risposta di questi diffusori non è facilmente eguagliabile da un sistema tradizionale! Se la scelta è orientata in questo senso esiste un costruttore che ha risolto per voi il problema creando delle casse elettrostatiche già dotate di subwoofer nella base. Costano di più, ma vi evitano spesa e traffico!

The benefits of such technologies are obvious: the more extended and thin vibrating membrane provides greater responsiveness in faster transient, the size and arrangement of the instruments in the soundstage (especially when it comes to classical chamber music or jazz voice) is very close to the reality of live music. There is no need for crossover filters because the membrane covering the full range of frequencies: so the original signal is therefore less modified in its path up to our ears. It should also be noted that these types of loudspeakers are less expensive compared with traditional ones with the same performance. Perfection, however, is not of this world, and even these speakers have management “issues”. We have already spoken of the need for space to allow them to sound the best, but you also have to calculate that this kind of speakers have a much more defined point in space where the sound image is optimal (my friend Bruno, a long standing Quad fan, use them as if they were a sort of open “headphone”) limiting the possibility of collective listening. The electromagnetic speakers, moreover, given their low efficiency, require amplifications of high quality, exuberant in power, current emission and obviously in the cost! On the other hand, the electrostatic can be driven with more ease, but suffer quite significantly the relative humidity of the apartment and, in general climatic changes. Furthermore, if your taste of sound rather prefer a physical impact (particularly in the low frequencies) the sound emission of these objects may not meet your expectations, and the addition of a subwoofer to balance the situation demands: a considerable expense of money in addition, and a difficult work for setting the crossover point, because the sharpness and the speed of response of these speakers is not easily replicable by a traditional system! If the choice is oriented in this sense, there is a constructor that has solved the problem for you by creating electrostatic speakers already equipped with a subwoofer in the base. They cost more, but you avoid the waste of time!

AvantagardeFullhorn
Un diffusore a tromba Avantagarde.
A horn loading speaker Avantagarde.

Esisterebbero anche dei sistemi di riproduzione con caricamento a tromba. Si tratta di sistemi dall’efficienza strepitosa e quindi generalmente pilotabili con amplificazioni di poche decine di watt, ma le dimensioni di questi oggetti, le loro peculiarità nella riproduzione timbrica e il costo relativo ne fanno degli oggetti poco maneggevoli e un po’ inquietanti per comuni mortali come noi!
There are also loudspeakers with horn loading drivers. This are speakers with amazing efficiency and therefore generally drivable with amplifications of a few tens of watts. But the size of these objects, their peculiarities in tonal reproduction and their relative cost make them unwieldy and a little creepy for ordinary mortals like us!

IMG_6558
In camera da letto un sistema entry level perfetto: Lettore multi-formato Pioneer, amplificatore integrato Marantz PM 4001, diffusori Tannoy Mercury F1 Custom. Costo totale al di sotto degli 800 Euro! Nascosto sopra il lettore il DAC Audio Alchemy piccola concessione di lusso!
In my chamber room a perfect entry level Hifi chain: Player multi-formats Pioneer, Ampli Marantz PM 4001, speakers Tannoy Mercury F1 Custom. Amount of the expense less than 800 Euro! Hidden over the player a Audio Alchemy’s DAC, a little not necessary extra!

Giunti a questo punto dovreste essere in grado di scegliere dei diffusori che meglio si adattino alle vostre necessità! Per ulteriori domande, o chiarimenti la sezione commenti è sempre disponibile.
At this point you should be able to choose the speakers that better suited to your needs! For further questions or further clarification the comments section is always available.

RC

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...