Musical che passione!/ Musical: my no shyness passion!

Amo Wagner, la musica sacra (Messe da Requiem in particolare) e la musica da camera per piano e archi per averla frequentata come strumentista. Ma adoro anche l’operetta e la sua “derivazione” americana il Musical! Come potete immaginare vivo questa mia perversione musicale con tutta la gioia e la passione possibili, perchè quando la musica è bella non mi interessa minimamente se proviene da un compositore “serio” con tanto di certificazione oppure no. Tra i miei autori preferiti c’è sicuramente Cole Porter: autore americano di canzoni ricche di armonie straordinarie nella loro complessità, frutto sicuramente del periodo di studi a Parigi, ma anche della sua militanza nel Glee Club dell’Università di Yale. La canzone che vi propongo è So in Love dallo spettacolo Kiss me Kate tratto dalla Bisbetica domata di Shakespeare.

I love Wagner, sacred music (Requiem Masses in particular) and chamber music for piano and strings because I attended it as an instrumentalist. But I also love the operetta and his “derivation” the American Musical! As you can imagine I live my musical perversion with all the joy and passion as possible, because when the music is beautiful I do not care at all if it comes from a composer “serious” with a certification or not. Among my favorite authors there is definitely Cole Porter: American author of songs full of extraordinary harmonies in their complexity, the result certainly the period of study in Paris, but also of his militancy in the Glee Club of Yale University. The song that I propose is So in Love from Kiss me Kate show taken from Shakespeare’s Taming of the Shrew.

Il secondo ascolto è tratto da The Band Wagon una rivista andata in scena nel 1931 a New York che segnò l’ultima apparizione in pubblico della coppia Fred e Adele Astaire. La replica cinematografica del 1953 vede nuovamente Fred Astaire ballare con Cyd Charisse su un’orchestrazione di grande sensualità realizzata da Conrad Salinger. La musica è di Arthur Schwarz un “avvocato” prestato stabilmente alla musica autore di canzoni famose come That’s Entertainment e la mia amatissima Dancing in the Dark.

The second listening is from The Band Wagon a review staged in New York in 1931, which marked the last public appearance of the couple Fred and Adele Astaire. The replica film of 1953 again sees Fred Astaire dancing with Cyd Charisse on an orchestration of great sensuality created by Conrad Salinger. The music is by Arthur Schwarz a “lawyer” loaned permanently to music author of famous songs such as That’s Entertainment my beloved Dancing in the Dark.

Ecco la stessa canzone in versione vocale cantata da Diana Krall con un’orchestrazione jazz.
Here’s the same song in a vocal version sung by Diana Krall with jazz orchestration.

Kurt Weill è soprattutto ricordato per lavori impegnati come il Berliner Requiem o L’opera da tre soldi, ma dopo la fuga negli Stati Uniti per fuggire al Nazismo dilagante in Europa, si pone allo studio della musica popolare “indigena” dedicandosi a infondere nuova linfa alla tradizione del Musical americano. September song è una canzone splendida che non ha nulla da invidiare a composizioni più celebrate come Mack the knife o Jenny dei pirati. La ascoltiamo dalla voce scultorea del basso-baritono canadese George London.

Kurt Weill is best remembered for very committed works such as the Berliner Requiem or The Threepenny Opera, but after fleeing the United States to escape the rampant Nazis in Europe, he started the study of “indigenous” popular music devoting himself to breathe new life in the tradition of the American Musical. September song is a wonderful song that has nothing to envy to the most celebrated compositions such as Mack the knife or Pirate Jenny. We listen it from the sculptural voice of the Canadian bass-baritone George London.

Spesso ce lo scordiamo, ma West Side Story di Leonard Bernstein è un Musical del 1957 ispirato al Romeo e Giulietta di Shakespeare. La sua musica fonde con naturalezza forme e armonie della musica colta con un’ispirazione melodica di grande orecchiabilità: ascoltiamo la celebre Somewhere una canzone dagli evidenti echi wagneriani nella sua linea melodica.

Often, we forget it, but West Side Story by Leonard Bernstein is a 1957’s Musical inspired by Romeo and Juliet by Shakespeare. His music blends in a natural way with forms and harmonies of classical music with melodic inspiration of great catchiness. We listen the famous Somewherea song with obvious Wagnerian echoes in its melodic line.

Le parole di quest’utima canzone sono del compositore, commediografo e paroliere americano Stephen Sondheim una delle voci più rilevanti negli anni ’60 e ’70 per l’evoluzione del Musical verso i tempi moderni (prima dell’involuzione che il genere sta subendo negli ultimi anni). Le sue canzoni presentano armonie di grande raffinatezza e complessità direttamente mutuata dalle avanguardie storiche del novecento. Difficile scegliere tra tante canzoni meravigliose, ma quella a cui sono più affezionato è Send in the clowns tratta da A little night of music del 1973 tratto addirittura da un film di Ingmar Bergman.

The words of this last song are from the composer, American playwright and lyricist Stephen Sondheim one of the most significant voice in the 60s and 70s for the evolution of the musical to modern times (before that the genre undergoing an involution in recent years). His songs have harmonies of great sophistication and complexity directly borrowed from the historical avant-gardes of the twentieth century. Difficult to choose between so many wonderful songs, but the one I’m most fond of is Send in the clowns from 1973‘s A little night music ispired by a Ingmar Bergman‘s film.

Il mentore originale di Sondheim è stato agli inizi degli anni ’50 Oscar Hammerstein il paroliere di Richard Rodgers e quindi l’autore di lavori indimenticabili come The Sound of Music, South Pacific e the King and I. E’ da Hammerstein che Sondheim “impara” l’importanza della storia anche nel Musical. Una delle mie canzoni preferite è Younger than Springtime da South Pacific che qui ascoltiamo eseguita dall’attore e cantante Mandy Patinkin (oggi noto per la partecipazione alla serie televisiva Homeland) all’epoca di una registrazione in studio realizzata per CBS con protagonisti Kiri Te Kanawa e José Carreras.

The original mentor of Sondheim was, in the early 50’s, the lyricist Oscar Hammerstein author with composer Richard Rodgers of unforgettable works such as The Sound of Music, South Pacific and The King and I. Sondheim “learns” from Hammerstein the importance of an important history in the Musical. One of my favorite songs is Younger than Springtime from South Pacific that here we listen performed by actor and singer Mandy Patinkin (today known for participating in the television series Homeland) at the time of a studio recording made for CBS starring Kiri Te Kanawa and José Carreras.

Se tra la fine degli anni ’60 e ’70 l’irruzione del rock nel Musical dà frutti straordinari come Hair, Jesus Christ Superstar e Tommy, oggi l’impoverimento generale della cultura musicale ha portato anche a un abbassamento della qualità nel Musical che sta vivendo un periodo di grande affermazione con lavori che purtroppo non possono assolutamente competere per importanza musicale con gli esempi fin qui ascoltati! Acquarius da Hair: musica di Galt MacDermot purtroppo è di gran lunga superiore alle canzoni contenute in alcuni degli ultimi prodotti scritti da autori portati in altri ambiti musicali, ma inadeguati all’ampiezza di visione musicale necessaria per scrivere opere di più ampio respiro.

If in the late 60s and 70s the irruption of the rock in the Musical gives extraordinary fruits such as Hair, Jesus Christ Superstar and Tommy, now the general impoverishment of the musical culture has also led to a lowering of the quality in Musical . Now we are experiencing a period of great success with works that unfortunately can not compete in importance with musical examples heard so far! Galt MacDermot’s music for Hair(we are going to listen Aquarius) unfortunately is far superior to the songs contained in some of the latest products written by authors skilled in other areas of pop music, but without the adequate musical vision required to write works of more wide-ranging.

RC

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...