Così vuoi capire cos’è una fuga? (Parte I) / So you want to understand a fugue? (Part I)

In questo post vorrei cominciare a occuparmi della fuga e del suo mito!
Personalmente ho sempre pensato che la fuga sia il punto di contatto più intimo tra la scienza matematica e l’espressione musicale. Scrivere una fuga è operazione per nulla semplice che spesso si riduce in una costruzione a tavolino che molto più ha a che fare con la prima e solo più raramente riesce a diventare vera musica. Un esempio di compositore sommo che non ci ha certo lasciato fughe indimenticabili potrebbe essere Wolfgang Amadeus Mozart, mentre sicuramente il più ardito e straordinario scrittore di fughe di tutti i tempi è Johann Sebastian Bach. La motivazione di questo è insita nelle caratteristiche precipue di entrambi i musicisti: se Mozart è soprattutto un melodista dal talento istintivo e straordinario, Bach è piuttosto un certosino costruttore di cattedrali sonore. E’ una questione di mentalità e di talento! Se come Mozart hai una diabolica abilità nel creare melodie per poi svilupparle grazie all’armonia e alla contrapposizione tra esse in maniera teatrale, trasformando così ogni tema in un vero e proprio personaggio musicale, difficilmente avrai la predisposizione bachiana a prendere un paio di temi per giocare a sovrapporli costruendo delle vere e proprie architetture musicali. E’ questione di natura come dice lo scorpione alla rana!
Giunti a questo punto prendiamoci un po’ di pausa per godere della celebre So you want to write a fugue? di Glenn Gould. Si tratta di una brano estremamente “canonico” nella forma ed essenzialmente satirico nella messa in pratica con un testo esemplificativo di grande ironia.

In this post I will start to take care of the Fugue and its myth!
Personally I always thought that the Fugue is the point of more intimate contact between mathematical science and musical expression. Write a Fugue is a very difficult operation that is often reduced in an abstract construction that much more has to do with the first and only more rarely fails to become real music. An example of supreme composer that certainly hasn’t left unforgettables Fugue could be Wolfgang Amadeus Mozart, and certainly the most daring and extraordinary writer of Fugue of all time is Johann Sebastian Bach. The motivation for this is inherent in the specific characteristics of both musicians: if Mozart is primarily an instinctive and extraordinary talented melodist, Bach is quite a painstaking builder of sounds cathedrals. It’s a matter of mentality and talent! If you, like Mozart, have got a diabolical ability to create melodies and then develop them through harmony and conflict between them in a theatrical manner, thus turning every issue into a real music character, it’s possible you can’t have the predisposition to take a couple of themes for playing with them in the way of building real architectural music. It’s a matter of nature as the scorpion says to the frog!
At this point let’s take a little ‘break to enjoy the famous Glenn Gould’s So you want to write a fugue?. It is a composition extremely “canonical” in form and essentially satirical in practice with an explicative text of great irony.

RC

Qui di seguito il testo cantato originale e tradotto liberamente in italiano:

So you want to write a fugue.
You got the urge to write a fugue.
You got the nerve to write a fugue.
So go ahead, so go ahead and write a fugue.
Go ahead and write a fugue that we can sing.
Pay no heed, Pay no mind.
Pay no heed to what we tell you,
Pay no mind to what we tell you.
Cast away all that you were told
And the theory that you read.
As we said come and write one,
Oh do come and write one,
Write a fugue that we can sing.
Now the only way to write one
Is to plunge right in and write one.
Just forget the rules and write one,
Just ignore the rules and try.
And the fun of it will get you.
And the joy of it will fetch you.
Its a pleasure that is bound to satisfy.
When you decide that John Sebastian must have been a very personable guy.
Never be clever
for the sake of being clever,
for the sake of showing off.
For a canon in inversion is a dangerous diversion,
And a bit of augmentation is a serious temptation,
While a stretto diminution is an obvious allusion.
For to try to write a fugue that we can sing.
And when you finish writing it
I think you will find a great joy in it.
or so…
Nothing ventured, nothing gained they say
But still it is rather hard to start.

Well let us try right now.
Now we are going to write a fugue.
We are going to write a good one.
We are going to write a fugue … right now.

Così vuoi scrivere una fuga.
Devi aver la voglia di scrivere una fuga.
Devi avere il coraggio di scrivere una fuga.
Quindi procedi, e inizia a scrivere una fuga.
Vai avanti e scrivi una fuga che noi si possa cantare.
Non tenere conto, non prestare attenzione.
Non tenere conto di quello che ti abbiamo detto,
Non prestare attenzione a quello che ti abbiamo detto.
Butta via tutto ciò che ti è stato detto
E la teoria che hai studiato.
Come abbiamo detto vieni a scriverne una,
Oh vieni e scrivine una,
Scrivi una fuga che noi si possa cantare.
Ora, l’unico modo per scrivere una fuga
È quello di precipitarsi a scriverne una.
Basta dimenticare le regole e scrivere,
Basta ignorare le regole e provare.
E il divertimento ti catturerà.
E la gioia nel farlo ti coinvolgerà.
E’ un piacere che bisogna soddisfare.
Quando si decide che John Sebastian doveva essere un ragazzo molto simpatico.
Mai essere intelligente
per il gusto di essere intelligente,
per il gusto di mettersi in mostra.
Un canone inverso è un diversivo pericoloso,
E un po’ di aumentazione è una grave tentazione,
Mentre uno stretto in diminuzione è un’evidente allusione.
Così prova a scrivere una fuga che noi si possa cantare.
E quando avrai finito di scriverla
troverai in essa una grande gioia.
o giù di lì …
Dicono: chi non risica, non rosica
Ma è comunque piuttosto difficile cominciare.Beh proviamoci in questo momento.
Ora ci accingiamo a scrivere una fuga.
Stiamo per scriverne una bella.
Stiamo proprio per scrivere una fuga … ora!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...